Spoleto

La città di Spoleto, con la sua storia millenaria, il suo antico aspetto medioevale che mostra evidenti influssi di epoca romana, ancora oggi seduce ed affascina migliaia di turisti che ogni anno vengono a visitarla.

Le numerose testimonianze fino a noi oggi arrivate, come i resti archeologici, i monumenti, le chiese ed i palazzi, rappresentano senza ombra di dubbio il fiore all’occhiello di questa città che l’hanno resa famoso in tutto il mondo.

Palazzo Collicola, Palazzo Campello, Palazzo Ancaiani e Palazzo Spada, sono oggi sedi di Musei e Centri Studi sull’alto medioevo.

Il Duomo della seconda metà dell’anno Mille è sorto sui resti di una chiesa del IX secolo e sulla sua facciata è posto un grande mosaico del 1207 raffigurante Cristo tra la Vergine Maria e San Giovanni. All’interno, diviso in tre navate, sono ospitate notevoli opere di pregio artistico tra cui gli affreschi del Pinturicchio e di Filippo Lippi.

La Basilica di San Salvatore, le cui forme paleocristiane la fanno risalire al IV secolo presenta rifacimenti dell’VIII secolo. Dell’edificio primitivo sono stati mantenuti nel tempo la facciata, con tre portali e altrettante finestre dalle pregevoli decorazioni e nell’ interno il presbiterio con abside semicircolare. Posta ai margini della città fa parte dal 2011 del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

L’Arco di Druso, eretto nel 23 d.C. lungo il tracciato urbano della Via Flaminia introduceva al foro, l’attuale Piazza del Mercato.

La Torre dell’Olio del XIII secolo, così chiamata perchè dalla sua cima si gettava olio bollente sui nemici che cercavano entrare in città varcando Porta Fuga.

Il Ponte delle Torri, simbolo della città, a 10 ordini di arcate, alto 80 mt. e lungo 230 mt. che collega Monteluco alla Rocca Albornoziana realizzata nel 1352 alle pendici del Colle Sant’Elia da cui si domina la vallata umbra.

Ma Spoleto non è solo arte, Spoleto è anche cultura artistica e musicale ed i suoi numerosi auditorium e teatri tra cui il Teatro Romano ed il Teatro Nuovo Menotti del 1864, che con i suoi 800 posti a sedere ed un palco di 25 mt. risulta essere il più grande teatro dell’Umbria, ne sono la massima espressione.

Ogni anno a Spoleto si svolgono numerosi eventi e manifestazioni, primo fra tutti il Festival dei Due Mondi, un’importante manifestazione internazionale di arte, cultura, musica e spettacolo. Fondatore ed ideatore è stato nel 1958 il compositore Gian Carlo Menotti, a cui la città ha dedicato un teatro nel 2007, anno della sua scomparsa, con l’intento di creare una sinergia tra le culture ed i mondi artistici americani ed europei.

Condividi!