Il Comune di Preci nei Monti Sibillini

Preci è un comune della provincia di Perugia situato nell’Appennino umbro a circa 600 mt. s.l.m. all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e domina dall’alto la Valle Castoriana, un territorio meraviglioso dal punto di vista culturale e paesaggistico, dove ampie radure e tappeti erbosi dediti all’agricoltura ed ai pascoli si alternano a boschi e faggete.

Dall’aspetto compatto, si presenta arroccato e disposto su terrazzamenti artificiali e conserva pressoché immutato il suo aspetto medievale. Il piccolo ed incantevole centro storico, raggiungibile attraverso una fitta rete di vicoli e stradine che risalgono il colle, conserva ancora numerosi palazzi gentilizi risalenti al XVI secolo.

Degne di essere visitate sono la Chiesa di Santa Maria della Pietà fondata nel XIII secolo. E’ caratterizzata da un bel portale del 1300 ed un oculo del XVIII secolo con a lato due finestre rettangolari. Sul fianco destro è posto un grande monumento ai caduti che il comune ha affisso per ricordare tutti i suoi cittadini che con onore e grande spirito di sacrificio hanno combattuto nelle due Guerre Mondiali e che purtroppo non hanno più fatto ritorno a casa.

Sulla sinistra della chiesa si staglia la sagoma del Palazzetto Comunitas Precum su cui è posta una targa a ricordo dell’istituzione della società operaia di Preci avvenuta nell’ottobre del 1886 e che si venne a costituire nel febbraio del 1885. Sotto al suo portico nell’antichità aveva luogo il mercato dove si acquistavano e scambiavano le merci.

La Chiesa di Santa Caterina è una delle più antiche del comune e negli anni ha subito notevoli restauri e rimaneggiamenti che le hanno fatto perdere quasi del tutto il suo aspetto originario. E’ ora sede del museo della Chirurgia Preciana e proprio in questa occasione ha subito l’ultimo restauro grazie al quale è stato riaperto il portale romanico murato da anni e consolidato il sovrastante campanile a vela.

Info e Dettagli: http://www.comune.preci.pg.it

Poco fuori il paese sorge la Chiesa della Madonna della Peschiera, così chiamata perchè edificata in una zona ricca di acqua sorgiva. La tradizione narra che un giorno sopra ad una sorgente apparve ad una giovane fanciulla sordomuta la Vergine Maria e, sul luogo dell’apparizione, venne costruita la chiesa. Ora questa sorgente è posta all’esterno dalla parte absidale.

Condividi!